Nov 192012
 
tordo-rosso-28

Il tordo rosso appartiene al philum dei Cordati, al subphilum dei Vertebrati, alla classe degli Osteitti all’ordine dei Perciformi, alla famiglia  dei Labridi e alla sottofamiglia dei Tordi.
Nel complesso troveremo per i pesci  che ci interesseranno due immense classi:
– pesci Condroitti
– pesci Osteitti
Alla classe dei pesci Osteitti appartengono tutti i pesci che possiedono uno scheletro osseo, una sola apertura branchiale per ciascun lato protetta da un opercolo e quasi sempre una coda con i due lati uguali.
Appartengono all’ ordine dei Perciformi svariate famiglie accomunate dalla presenza in tutte le specie di due pinne dorsali, la prima con raggi spinosi, la seconda molle. La rimanente parte del corpo è ricoperta da più scaglie a bordo seghettato (ctenoidi).
Il nome di perciformi , banalmente, si deve al fatto che tutti gli appartenenti a quest’ordine sono “fatti come il pesce persico” pesce peraltro di acqua dolce. Ci accorgeremo nelle nostre analisi che molte famiglie, al pesce persico non assomigliano affatto.
La famiglia dei Labridi è estremamente comune nel mediterraneo.. Tutti i rappresentanti mostrano labbra carnose e sporgenti. In quasi tutte le specie è presente uno spiccato dimorfismo sessuale accompagnato nel corso della loro vita da trasformismo sessuale ed in alcune specie da ermafroditismo. Tra le specie dei tordi troviamo questo e quello.
Tra altre ricordiamo due famiglie:

  • Tordi
  • donzelle

In quasi tutte le specie di tordi è presente uno spiccato dimorfismo sessuale accompagnato nel corso della loro vita da trasformismo sessuale ed in alcune specie da ermafroditismo. Tra le tante specie dei tordi troviamo questo e quello. I tordi sono molto attivi di giorno, e di notte “dormono” appoggiati su un fianco. Potremo notare in alcune specie di tordi  la caratteristica della cura della prole con lo “svezzamento al pascolo”.
Il tordo rosso si distingue per una macchia scura bordata di giallo alla base della pinna pettorale ed una  grossa macchia nera nella parte superiore del peduncolo caudale. La livrea nuziale  (mesi primaverili) del maschio assume una colorazione  tra il rosso ed il viola, con strisce azzurre iridescenti. Nella femmina invece femmina vi è una prominenza macchiata di nero dell’apparato urogenitale. Come nella più parte delle specie di tordi, al maschio del tordo rosso spetta  la cura e la difesa del nido, costruito con alghe opportunamente raccolte.

NOME SCIENTIFICO Sympodus mediterraneus, Crenilabrus mediterraneus
NOME COMUNE tordo rosso
NOMI LOCALI
UBICAZIONE PREVALENTE intero mediterraneo
TERRITORIO ABITUALE fondali rocciosi ricchi di alghe e
praterie di posidonie
PROFONDITA’ PREVALENTE 5-20 metri
CARATTERISTICHE macchia scura bordata digiallo alla
base della pinna pettorale, grossa
macchia nera nella parte superiore
del peduncolo caudale
CURIOSITA’ Unica tra le speci di tordi che
non ha inversione sessuale
POSSIBILITA’ DI INCONTRO normali
NOTE

TABELLA SISTEMATICA  PESCI

 

Clicca sulle immagini per ingrandirle

  

Condividi questo argomento

Sorry, the comment form is closed at this time.