Ago 232012
 
riccio-saetta-07

Il riccio saetta appartiene al philum degli Echinodermi e alla classe degli Echinoidei ed alla sottoclasse dei Regolari.
Gli Echinodermi sono organismi bentonici caratterizzati dalla presenza di uno “scheletro” calcareo  formato da piastre , saldate o articolate, posto sotto l’epidermide detto dermascheletro, spesso rivestito di tubercoli o spine presenza che dà il nome al philum. Altra caratteristica di tutti gli organismi del philum è la cosiddetta simmetria pentamerale; il corpo è cioè suddiviso in cinque  settori disposti attorno ad un asse centrale. Ed è forse questa la caratteristica che ha  indotto gli studiosi  a comprendere nello stesso philum organismi dall’aspetto tanto diverso. Troviamo in questo philum cinque classi:
– crinoidei
– oloturioidei
– ofiuroidei
– asteroidei
– echinoidei
Gli echinoidei, universalmente conosciuti come ricci di mare,  hanno la particolarità di avere il dermascheletro  munito di numerosi  aculei e di forma globosa o ovale. I  pedicelli, distribuiti in modo regolare nella teca  calcarea di rivestimento provvedono, grazie ad un sistema idraulico complicato, alla deambulazione. Nella  classe  degli echinoidei troviamo due sottoclassi:
– regolari
– irregolari
Il riccio saetta presenta scarsi, corposi e lunghi aculei.

NOME SCIENTIFICO Stylocidaris affinis
NOME COMUNE riccio saetta
NOMI LOCALI
UBICAZIONE PREVALENTE intero mediterraneo
TERRITORIO ABITUALE fondali fangosi, detritici o coralligeno
PROFONDITA’ PREVALENTE 30- abisso
CARATTERISTICHE
CURIOSITA’
POSSIBILITA’ DI INCONTRO normali
NOTE

TABELLA SISTEMATICA ECHINODERMI

 

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Condividi questo argomento

Sorry, the comment form is closed at this time.