Gobidi

 
ghiozzo-boccarossa-18

 

 

 

 

 

I gobidi (che tutti conosciamo come ghiozzi)  sono pesci con corpo pressocchè cilindrico con capo grosso e tozzo munito di  grande bocca e grandi occhi sporgenti. Nei gobidi è tipica la pinna pelvica che forma una specie di ventosa imbutiforme sulla quale “poggiano” da fermi . Il movimento dei gobidi  sul fondale è a scatti brevi  e non vi è mai un nuoto prolungato. Sotto il profilo anatomico i gobidi non possiedono la linea laterale, il loro sistema sensoriale è posizionato sul capo. Di norma i gobidi  sono animali solitari e solo nel periodo degli amori (primavera inoltrata) tendono ad unirsi in gruppi numerosi, intrecciando danze nuziali. La più parte delle specie ama fondali sabbiosi o comunque sedimentari. La dieta è onnivora.
Anche nella famiglia dei gobidi  il maschio si assume l’onere della costruzione del nido, della cura e della ossigenazione delle uova. E anche nella famiglia dei gobidi non vi sono cure parentali della prole nata, vagando la moltitudine degli avannotti nella acque libere tra il plancton. La più parte delle specie  è di indole curiosa e si lascia avvicinare con facilità, tenendo comunque sempre d’occhio il piccolo buco o il piccolo anfratto che nelle vicinanze può dargli adeguato riparo.

Passa alle immagini della categoria

Condividi questo argomento