Ago 082012
 
(probabile)

Il pesce ago appartiene al philum dei Cordati, al subphilum dei Vertebrati, alla classe degli Osteitti all’ordine dei  Signatiformi.
Nel complesso troveremo per i pesci  che ci interesseranno due immense classi:
– pesci Condroitti
– pesci Osteitti
Alla classe dei pesci Osteitti appartengono tutti i pesci che possiedono uno scheletro osseo, una sola apertura branchiale per ciascun lato protetta da un opercolo e quasi sempre una coda con i due lati uguali.
I signatiformi sono pesci pur diversi di forma, il cui corpo è “sorretto” da scheletro formato da placche ossee, con muso allungato e sottile, caratteristica dalla quale deriva il nome che sta a significare “mascelle unite ed allungate”.
Sicuramente, soprattutto per quanto riguarda i cavallucci marini, i signatiformi sono primo nostro ricordo fantastico d’infanzia del mondo sottomarino.
Il pesce ago è un pesce  signatide con corpo allungato, con abitudini prevalentemente bentoniche essendo una specie strisciante.
La differenza tra le varie specie di pesce ago che popolano il nostro mare va ricercata nel rapporto tra la lunghezza e l’altezza del muso.

NOME SCIENTIFICO Syngnathus acus
NOME COMUNE pesce ago
NOMI LOCALI
UBICAZIONE PREVALENTE intero mediterraneo
TERRITORIO ABITUALE posidonieto, fondali detritici o sabbiosi 
PROFONDITA’ PREVALENTE 1-30 metri
CARATTERISTICHE specie strisciante ma comunque nuotatrice
ma sempre a contatto con il fondale
CURIOSITA’ il maschio come nei cugini signatidi, ha
la tasca incubatrice per la schiusa delle uova
POSSIBILITA’ DI INCONTRO normali
NOTE

TABELLA SISTEMATICA  PESCI

 

Clicca sulle immagini per ingrandirle


(adriatico riminese piramidi di miramare)

(adriatico riminese 4 scogliere di costa)

Condividi questo argomento

Sorry, the comment form is closed at this time.