Ago 222012
 
paramuricea-clavata-colonizzata-02

storia di un parziale lieto fine di una tragedia ecologica rilevata nei fondali dell’isoladi Tavolara in Sardegna

CLASSIFICAZIONE Paramuricea clavata
NOME COMUNE
NOMI LOCALI
UBICAZIONE PREVALENTE
TERRITORIO ABITUALE
PROFONDITA’ PREVALENTE
CARATTERISTICHE Intere foreste di meravigliose paramuricee rosse e bicolore, tipiche per la loro ricchezza di pochi siti del mediterraneo, sono state distrutte per cause ancora da accertarsi, nel giro di una decina di giorni, in un santuario di tale specie. Dopo pochi mesi possiamo constatare la colonizzazione degli esemplari morti o comunque delle parti morte dei rami, ad opera di idroidi, di alghe e del parazoanthus axinella. L’impatto visivo è ammorbidito, ma i polipi non hanno avuto capacità rigenerativa nelle parti di scheletro morto.
CURIOSITA’ aprile- 2009
POSSIBILITA’ DI INCONTRO
NOTE

Clicca sulle immagini per ingrandirle


Condividi questo argomento

Sorry, the comment form is closed at this time.