Lug 032015
 
mitilastro-09

Il  mitilastro appartiene al philum dei Molluschi, alla classe dei Bivalvi.
L’immensa famiglia dei Molluschi comprende tipologie di esseri viventi le più disparate che in comune comunque presentano 5 caratteristiche:
1) un capo ove hanno sede i ricettori sensoriali la bocca e una radula per raschiare
2) una regione viscerale ove si trovano il sistema di circolazione sanguigna, lo stomaco, i reni e gli apparati sessuali
3) un mantello che contorna la regione viscerale ove hanno sede le branchie (respirazione), l’ano, le aperture genitali
4) una conchiglia interna o esterna o qualche volta solo un residuo di conchiglia
5) un piede che a mo’ di ventosa permette la deambulazione.
bivalvi, sono chiamati anche lamellibranchi (apparato respiratorio a branchie lamellari). I bivalvi  rappresentano la classe dei molluschi più conosciuti. Due valve impregnate di sali di calcio, unite e articolate da una cerniera, se chiuse racchiudono l’intero animale, se parzialmente aperte, permettono respirazione, filtraggio, funzioni sessuali e minima deambulazione.
Il mitilastro è un bivalve a predilezione di acque superficiali, in particolar modo in zone interessate ai cambi di marea.

 

CLASSIFICAZIONE Mytilaster sp.
NOME COMUNE mitilastro
NOMI LOCALI
UBICAZIONE PREVALENTE intero mediterraneo
TERRITORIO ABITUALE forme di substrato duro tipico della zona di marea
PROFONDITA’ PREVALENTE dalla superficie ai pochi centimetri
CARATTERISTICHE
CURIOSITA’
POSSIBILITA’ DI INCONTRO normali
NOTE

 

TABELLA SISTEMATICA  MOLLUSCHI

TABELLA SISTEMATICA  BIVALVI

 

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Condividi questo argomento

Sorry, the comment form is closed at this time.