Ago 162012
 
Adriatico Riminese

 

 

 

 

 

Il foronide è  spesso confuso con polipi di cnidare dai quali si differenzia per la taglia essendo questa più grande. Ed è appunto la mole di questi individui, ad attrarre la nostra attenzione, e a farci nascere il dubbio sul philum di appartenenza.  In letteratura vi è però oggi la tendenza a classificare la foronide quale philum a sè, quello dei foronidi non già quale classe dei briozoi.
Poche sono le specie che costituiscono questo piccolissimo philum.
Sono animali ermafroditi a fecondazione incrociata. Le larve sopo un periodo planctonico, scendono in un fondale ove siano presenti consimili adulti.
Sono organismi singoli non coloniali che vivono dentro tubicini chitinosi ancorati al substrato che può essere il più vario, dalla sabbia, al guscio di bivalvi o crostacei.
Attraverso questi tubicini, il foronide assimila o meglio cattura  grazie ad un lofoforo, alla stregua dei briozoi, il cibo necessario.
Il foronide, per semplicità di catalogo è stata qui inserita  tra i briozoi.

NOME SCIENTIFICO Phoronis hippocrepia
NOME COMUNE foronide
NOMI LOCALI
UBICAZIONE PREVALENTE intero mediterraneo
TERRITORIO ABITUALE substrati duri in genere
PROFONDITA’ PREVALENTE 1-20 metri
CARATTERISTICHE
CURIOSITA’
POSSIBILITA’ DI INCONTRO normali
NOTE 

 

TEBELLA SISTEMATICA BRIOZOI

Clicca sulle immagini per ingrandirle

 

(adriatico riminese piramidi di miramare)

Condividi questo argomento

Sorry, the comment form is closed at this time.