Lug 182015
 
Fisofora idrostatica-06

 

La fisofora idrostatica  appartiene al philum dei Cnidari, alla classe degli Idrozoi, all’ordine degli Sifonofori.
Il nome cnidari giustifica la presenza di cnidocisti o meglio cellule urticanti, distribuite in tutto il corpo e per lo più nei tentacoli. I cnidari sono altrimenti detti celenterati possedendo una cavità gastrica detta celenteron che assieme ad una primitiva struttura muscolare colloca i cnidari ad un primo livello di evoluzione nell’organizzazione anatomica. Nel complesso troveremo quattro classi ben differenziate.
idrozoi
-scifozoi
-antozoi
-cubozoi
Gli idrozoi sono organismi  coloniali detti polipi che condividono con i simili una pellicola chitinosa esterna a protezione di una parte interna viva che determina l’accrescimento della colonia. Gli idrozoi vivono solitamente in fondali duri, in cui sia possibile l’ancoraggio. Le forme che più ci attraggono presentano un aspetto ad alberello o piccolo cespuglio ed il ciclo vitale, nella più parte delle specie è stagionale.Parte della letteratura in materia, assimila i termini idrozoo e idroide quali fossero sinonimi;
Ci allineiamo alla letteratura che assegna alla classe degli idrozoi due ordini:
– idroidi
sifonofori.
L’ordine dei sifonofori è formato da specie di individui riuniti in colonie, appartenenti alla classe degli idrozoi. Le colonie di sifonofori nuotano liberamente in acqua libera.
La fisofora idrostatica, trasportata dalle correnti, risale a volte dagli abissi  e la fortuna può aiutarci ad incontrarla.

CLASSIFICAZIONE  Phisophora hidrostatica
NOME COMUNE fisofora
NOMI LOCALI
UBICAZIONE PREVALENTE
TERRITORIO ABITUALE acque libere
PROFONDITA’ PREVALENTE  dalla superficie agli abissi
CARATTERISTICHE
CURIOSITA’
POSSIBILITA’ DI INCONTRO rare
NOTE

 

TABELLA SISTEMATICA CNIDARI

TABELLA SISTEMATICA IDROZOI

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Condividi questo argomento

Sorry, the comment form is closed at this time.