Ago 162012
 
dattero-105

Il dattero di mare appartiene al philum dei Molluschi, alla classe dei Bivalvi.
L’immensa famiglia dei Molluschi comprende tipologie di esseri viventi le più disparate che in comune comunque presentano 5 caratteristiche:
1) un capo ove hanno sede i ricettori sensoriali la bocca e una radula per raschiare
2) una regione viscerale ove si trovano il sistema di circolazione sanguigna, lo stomaco, i reni e gli apparati sessuali
3) un mantello che contorna la regione viscerale ove hanno sede le branchie (respirazione), l’ano, le aperture genitali
4) una conchiglia interna o esterna o qualche volta solo un residuo di conchiglia
5) un piede che a mo’ di ventosa permette la deambulazione.
bivalvi, sono chiamati anche lamellibranchi (apparato respiratorio a branchie lamellari). I bivalvi  rappresentano la classe dei molluschi più conosciuti. Due valve impregnate di sali di calcio, unite e articolate da una cerniera, se chiuse racchiudono l’intero animale, se parzialmente aperte, permettono respirazione, filtraggio, funzioni sessuali e minima deambulazione.
Il dattero di mare è un mollusco bivalve che allo stato larvale si insedia nel substrato roccioso, per lo più calcareo e secrezione dopo secrezione si crea  nella roccia lo spazio che lo ospita, spazio dal quale  porta all’esterno i sifoni della respirazione e della cattura del cibo. Il prelievo indiscriminato produce distruzione del substrato e del supporto calcareo o roccioso, oltre al rischio di estremo diradamento della specie.

NOME SCIENTIFICO Lithophaga lithophaga
NOME COMUNE datero di mare
NOMI LOCALI
UBICAZIONE PREVALENTE intero mediterraneo
TERRITORIO ABITUALE substrato roccioso calcareo
PROFONDITA’ PREVALENTE 1-40
CARATTERISTICHE
CURIOSITA’
POSSIBILITA’ DI INCONTRO sempre più rare
NOTE E’ specie protetta !

TABELLA SISTEMATICA  MOLLUSCHI

TABELLA SISTEMATICA  BIVALVI

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Condividi questo argomento

Sorry, the comment form is closed at this time.