Gen 132016
 
chitone-africano-02

Il chitone africano appartiene al philum dei Molluschi alla classe dei Poliplacofori.

L’immensa famiglia dei molluschi comprende tipologie di esseri viventi le più disparate che in comune comunque presentano 5 caratteristiche:

1) un capo ove hanno sede i ricettori sensoriali la bocca e una radula per raschiare

2) una regione viscerale ove si trovano il sistema di circolazione sanguigna, lo stomaco, i reni e gli apparati sessuali

3) un mantello che contorna la regione viscerale ove hanno sede le branchie  l’ano, le aperture genitali

4) una conchiglia interna o esterna o qualche volta solo un residuo di conchiglia

5) un piede che a mo’ di ventosa permette la deambulazione.

a noi interessano le classi,  i generi e le specie che più frequentemente incontriamo e tra questi:

  • bivalvi
  • cefalopodi
  • gasteropodi
        • prosobranchi
        • opistobranchi
        • poliplacofori

I poliplacofori, meglio conosciuti appunto come chitoni, hanno un corpo appiattito rivestito da uno scudo composto di otto placche che possono essere bordate da scaglie o da setole chitinose. La loro dieta alimentare, prevalentemente a base di alghe diatomee, viene raschiata da una apposita radula posta nella parte inferiore.
Il chitone africano ha forma più bombata degli altri cugini chitoni.

CLASSIFICAZIONE Parachiton africanus
NOME COMUNE chitone africano
NOMI LOCALI
UBICAZIONE PREVALENTE intero mediterraneo
TERRITORIO ABITUALE
PROFONDITA’ PREVALENTE dalla superficie ai 20 metri
CARATTERISTICHE
CURIOSITA’
POSSIBILITA’ DI INCONTRO normali
NOTE 1)

 

Condividi questo argomento

Sorry, the comment form is closed at this time.