Ago 092012
 
aplidio-elegante-04

L’aplidio elegante  appartiene  al philum dei Cordati, al subphilum dei Tunicati e alla grande classe degli Ascidiacei.
Il philum dei Cordati è un contenitore immenso ed il termine cordati, racchiude il concetto di animali muniti di un cordone nervoso per la trasmissione di segnali da un punto e l’altro del suo corpo. La presenza o meno, di una colonna vertebrale scheletrica  (vertebre) che contenga il cordone nervoso differenzia gli invertebrati dai cordati a cui anche noi uomini apparteniamo.
Tra i cordati per semplicità di catalogo distinguiamo due subphilum:
Urocordati
-Vertebrati
Scientificamente conosciuti come Urocordati i Tunicati (a  torto poco considerati dall’ osservatore subacqueo) sono organismi che fanno da anello di congiunzione tra invertebrati e vertebrati.
Apparentemente di semplice struttura, i tunicati presentano evoluzioni notevolissime rispetto agli invertebrati grazie all’abbozzo di cordone nervoso di cui il loro corpo è dotato.
I tunicati, organismi essenzialmente filtratori, prendono nome dalla tunica, per lo più coriacea, che riveste l’animale con forma a botticella con evidenti i due sifoni caratteristici del filtraggio. Troveremo tra le varie specie di tunicati  forme singole e coloniali, sessili e pelagiche.
Il vastissimo mondo dei tunicati, presenta, per quanto riguarda le nostre esplorazioni, due classi:
Ascidiacei
-Taliacei
Gli ascidiacei rappresentano la più parte del vasto (anche se poco conosciuto e per ciò  apprezzato) mondo dei tunicati. Per lo più dall’osservatore poco attento la più parte delle ascidie sono confuse  con le spugne . Potremo distinguere con facilità le ascidie dalle spugne in quanto queste ultime, al minimo contatto, tendono a chiudere i sifoni o comunque a restringersi. Molte specie di ascidie fanno bella mostra di sè grazie a colori il più delle volte sgargianti. Le ascidie possono essere singole o coloniali
L’aplidio elegante è un  tunicato a forte somiglianza con le spugne, dalle quali si differenzia per la reattività agli stimoli esterni. La colorazione è varia e spazia dal rosa pallido all’arancio acceso.

CLASSIFICAZIONE Aplidium elegans
NOME COMUNE aplidio
NOMI LOCALI
UBICAZIONE PREVALENTE intero mediterraneo
TERRITORIO ABITUALE fondali rocciosi praterie di posidonie
PROFONDITA’ PREVALENTE 2-30 metri
CARATTERISTICHE fortissima somiglianza con le spugne, ma, diversamente da queste , con terminazioni sensoriali reattive
CURIOSITA’
POSSIBILITA’ DI INCONTRO normali
NOTE

 

TABELLA SISTEMATICA TUNICATI

 

Clicca sull’immagine per ingrandirla

Condividi questo argomento

Sorry, the comment form is closed at this time.